Coperture per il Reddito di Cittadinanza? Applichiamo la Costituzione!


image_pdfimage_print

E le coperture? Dove sono le coperture per il reddito di cittadinanza? Un ritornello per farci dimenticare la Costituzione.

coperture per il reddito di cittadinanzaLa nostra Costituzione pone al centro le persone, non i mercati. Le coperture per il reddito di cittadinanza? Se il pareggio di bilancio lo impedisce, è il pareggio di bilancio ad essere incostituzionale. La sentenza della Corte Costituzionale n° 275 del 16 Dicembre 2016.

Come abbiamo imparato nel corso della campagna referendaria del 2016, ci sono parti della Costituzione che non possono essere modificate.

Eppure, proprio quella Costituzione che abbiamo difeso è completamente sparita dal dibattito politico.

Il pareggio di bilancio e i diritti fondamentali

I “Principi fondamentali” e la “Parte prima” della Costituzione non possono essere modificati e la “Parte prima” regola i diritti e i doveri dei cittadini.

Quindi anche le modifiche costituzionali trovano un limite quando entrano in contrasto con i Principi fondamentali o con i diritti e i doveri

Perciò il pareggio di bilancio introdotto in Costituzione (art. 81) con Legge costituzionale 1/2012 non è un principio assoluto.

E infatti con sentenza n° 275 del 16 dicembre 2016 la Corte Costituzionale si è espressa in tal senso.

Non può nemmeno essere condiviso l’argomento secondo cui, ove la disposizione impugnata non contenesse il limite delle somme iscritte in bilancio, la norma violerebbe l’art. 81 Cost. per carenza di copertura finanziaria.

A parte il fatto che, una volta normativamente identificato, il nucleo invalicabile di garanzie minime per rendere effettivo il diritto allo studio e all’educazione degli alunni disabili non può essere finanziariamente condizionato in termini assoluti e generali, è di tutta evidenza che la pretesa violazione dell’art. 81 Cost. è frutto di una visione non corretta del concetto di equilibrio del bilancio, sia con riguardo alla Regione che alla Provincia cofinanziatrice.

È la garanzia dei diritti incomprimibili ad incidere sul bilancio, e non l’equilibrio di questo a condizionarne la doverosa erogazione.

Le coperture

Il ritornello «… e le coperture?» è solo un lavaggio del cervello. I diritti fondamentali non possono essere condizionati dall’equilibrio di bilancio. 

Quali sono i diritti fondamentali previsti dalla Costituzione?

Equità sociale:

Art 3 comma 2
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Diritto alla salute

Art. 32
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.
Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

Istruzione

Art. 34 comma 2
L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

Retribuzione che garantisca una vita dignitosa

Art. 36
Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sè e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa.

Assistenza e previdenza sociale e lotta alla povertà

Art 38
Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale.
I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria.
Gli inabili ed i minorati hanno diritto all’educazione e all’avviamento professionale.
Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi ed istituti predisposti o integrati dallo Stato.
L’assistenza privata è libera.

Qualsiasi Legge che non tuteli questi diritti è una Legge incostituzionale.

E le coperture per il reddito di cittadinanza?

Risulta evidente che «… e le coperture per il reddito di cittadinanza?» non è una domanda, ma una bestemmia.

Quando le sacche di povertà (sia assoluta sia relativa) incrementano in modo esponenziale, occorrono misure straordinarie per porre rimedio.

E il discorso è identico per il diritto alla salute. Per la Costituzione non è ipotizzabile che gli italiani non si possano più curare.

Pure “Buona scuola”, “Jobs Act”, “legge Fornero” sono tutte leggi incostituzionali.

Si rassegnino i vati delle “coperture economiche”. Senza il Reddito di Cittadinanza l’Italia resta incostituzionale!

Se il pareggio di bilancio condiziona l’erogazione dei diritti incomprimibili, il pareggio di bilancio è incostituzionale

Potrebbero interessare: